Londra - La Mia Poesia

La Mia Poesia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Londra









Londra



Londra un mare che raccoglie
fiumi di spiriti gitani,
Molti affondati nella sua abbondanza
li vedi sdraiati lungo i suoi viali
tanti pieni di forza che avanza
camminano sereni in mezzo ai prati
tanto è sottile il muro che separa
il giovane povero ubriaco
dal giovane studente laureato
che orgoglioso raggiunge la sua meta.
Lui non lo sa, ma è solo fortunato,
ha fatto tutto il caso, il suo destino.
Londra, con le sue improvvise variazioni
tra uno scroscio di pioggia
e un raggio di sole, lo sa.
E dice, per chi la sa ascoltare,
che dopo un temporale
c’è un sereno che tace.
E muovendo gli alberi con la sua brezza
porge a tutti una carezza,
dona a ognuno la sua pace.
A. L.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu