Campagna-abbandonata - La Mia Poesia

La Mia Poesia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Campagna-abbandonata

Campagna Abbandonata

Campagna abbandonata arida impicciata
forza antica sciupata tra gli alberi gialli
di frutta marcia e secca.

Quanto lavoro fatto quanto sudore
tra queste vigne arse e malandate
tra questi ciliegi asciutti e affaticati
tra questi peschi di color foresta.

Quanti sogni passati tra le gemme a fiore
di questi ulivi oggi ancor più vecchi
quando ci salivo agile e veloce
per tagliare le cime e i rami più secchi.

Tanta la furia, la voglia di scappare
di fare tutto presto e sempre in fretta
tanta la speranza di vivere e lottare
negli spazi della città più aperta.

Ora che quei sogni ho consumato
tra essere e fatuità,
tra contenuto e contenitore,
tra immagine e gelida realtà.

Ricordo con ascosa pena del cuore
gli impulsi acerbi della gioventù
quando il desiderio di scappare
non conobbe l’assoluto gusto
che rimane, sotto la scorza
della prugna blu.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu