Barbara Bracci - La Mia Poesia

La Mia Poesia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Barbara Bracci

BARBARA BRACCI

Barbara Bracci è nata nelle campagne umbre, un giorno, a primavera. Ha pubblicato una silloge, Libra (Albatros Il Filo, 2008) e all'interno di numerose antologie di premi letterari. Ama talmente tanto la poesia che le ha dedicato anche la sua tesi di laurea magistrale, uno studio sperimentale intitolato "Poesia e marketing in Italia: problemi e prospettive" sulla quale è stata di recente intervistata da Anna Maria Farabbi per "Carte Sensibili". Quando può, prende parte a concorsi e letture pubbliche, come partecipante, giurata,  lettrice, organizzatrice o anche soltanto come spettatrice. Ha collaborato a progetti letterari come il sito "Vir-Us" e "La Biblioteca d'Oro". Cura, per il portale Umbriatouring, la rubrica "I luoghi della poesia". Recentemente ha scritto la prefazione della silloge Inchiostri di Andrea Biscaro (LietoColle, 2012). Dall’aprile 2013 ha avviato la collaborazione con "Collettivo Idra", per il quale cura la rubrica "VersiEletti" e con Radiophonica.com curando, insieme a Costanza Lindi, la finestra poetica del programma radiofonico "Il Biblioteradio". Il suo blog personale è http://poesiabar.wordpress.com , un caffè virtuale dove si parla, ovviamente, di poesia.

Le Parole
L
a poesia è, per me, eterna primavera, una continua creazione e una continua rinascita interiore, il mio modo di dare colore al grigiore, di entrare nel profondo delle cose a scoprirne i tesori, le verità nascoste, le infinite sfumature.
La poesia è slancio e ricerca, creatività e interpretazione, sensibilità e condivisione, pazienza e responsabilità. La poesia è perdersi nel mondo, e salvarsi dal mondo, è il bello del cammino e insieme irraggiungibile, meraviglioso arrivo.


Poesie

Donna Di Cuore
Mi chiedi di vestirmi di rosso
ma nel petto ho una tavolozza
che ha troppi colori per dirne uno
e si diparte in fiumi, vene, venature
così mi avventuro
e quando sarò tornata
al posto del mio vestito potrai trovare
battiti di farfalla tropicale.


Tratta da Otto poetesse per otto poesie (Bertoni, 2013)

Mentre Leggo
Tra le pagine, protetta,
trovo un tetto al mio lamento,
inchiostro, succo, unguento
di quella mora ancora sospesa
nel chiostro, sua antica dimora.     
Funereo nero di seppia ignota,
che mai è stata, se non di carta.                                                                                                                        
Caffè che avanza e si compatta
in forma di parola. Respiro l’aroma.
Pupilla scura che dal nero affiora,
io la divoro, lei mi divora.    
Nella pagina che gira,
il brivido, discreto,
della vita.                    

Vita
Spiro e Ispiro
Un soffio, un vento
Da fuori
Da dentro
S’incontrano
Nel centro
Scintillando
La vita,
D’incanto

Life              (Traduzione di Sally Delvino)
I suspire and inspire
A breath, a wind
From without
From whitin
Meet
At the center
Scintillating
Life
Enchanted

Tratta da Libra (Il Filo, 2008)




Torna ai contenuti | Torna al menu