Andare in giro per Roma - La Mia Poesia

La Mia Poesia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Andare in giro per Roma

Andare in giro per Roma durante il periodo natalizio è stato per me sempre piacevole, quest’anno invece non lo riesco proprio a percepire. Roma sta morendo non solo perché è diventata più povera, ma soprattutto perché noi abitanti avvertiamo un fallimento inevitabile che non ce la fa rispettare più. Parcheggiamo in doppia fila, sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, insomma dove c’è un buco; sporchiamo muri, strade con le nostre scritte analfabetiche e pietose, qualcuno cercando di scimmiottare qualche artista della pop art, ma la maggior parte solo per sfogare le loro pulsioni più atroci. Quanta immondizia incontriamo lungo le strade, i parchi, i marciapiedi, mentre camminiamo pensando che ci dovrà per forza essere qualcuno che le pulirà per noi. Noi, noi, noi, che non sappiamo più indignarci, che non ci alziamo più per cedere il posto agli anziani e alle donne incinte mentre comodi viaggiamo seduti in autobus. Noi non lo sappiamo… ma abbiamo già perso. Abbiamo perso quando parliamo di IMU, Euro, invece che di queste cose che notiamo ma senza però neanche immaginare a come risolverle. Se vogliamo invece lo possiamo fare… le possiamo risolvere, ne sono sicuro… Come? …. Intanto iniziando ad indignarci… e poi io una certa idea ce l’avrei… Qualche tempo fa ho letto un articolo che parlava di Bogotá, una città che nel 1990 era tra le città con il più alto tasso di criminalità del mondo e che grazie ad un nuovo dialogo tra amministrazione e cittadini si è data vita a una serie di riforme che hanno reso pian piano più vivibile tutta la città. Tra gli interventi più interessanti, a parte quelli strutturali: riqualificazione delle zone degradate della città, creazione di nuovi parchi verdi ecc. ce n’era uno che mi ha notevolmente colpito: alcuni cittadini con l’aiuto dell’amministrazione si vestirono da clown e mimi e ai semafori con scenette, scherzi e volantini invitavano i cittadini a rispettare i limiti di velocità e il codice della strada… Penso che la stessa cosa si potrebbe fare anche a Roma con l’aiuto dei vigili. Invece di fare multe (ma solo in questa fase di riscossa, dopo le multe saranno molto più salate) alcuni vigili potrebbero andare in giro per Roma insieme a questi clown e mimi, prendendo in giro tutti quei cittadini che non rispettano le regole civili (parcheggi in doppia fila, materiali e sporcizia in generale abbandonati fuori dai cassonetti, o non scaricata correttamente nei depositi della differenziata ecc.) che ne pensate?... Può funzionare? Vogliamo sopravvivere a questa tempesta? Prima pensavo sempre che saremmo riusciti a gestire tutto, oggi non né sono più sicuro… anche se comunque penso sempre che Roma è tutto quello che noi abbiamo e noi siamo tutto quello che Roma ha. Rispettiamola.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu